WineHunter Award”: la guida dei migliori vini d’Italia

Una guida online facile, intuitiva, grazie alla quale sarà possibile conoscere vini, birre e tutti quei prodotti che sono considerati di alta cucina. Il suo nome è “The WineHunter Award” e nasce grazie all’idea e all’esperienza di Helmuth Köcher, il presidente del Merano WineFestival. Alla manifestazione parteciperanno oltre 450 tra le migliori case vitivinicole d’Italia e del mondo. Saranno quasi 200 gli artigiani del gusto e ben 15 cuochi di prestigio.

E mentre attendiamo che prenda il via l’evento, per la prima volta ci sarà la possibilità di approfondire le conoscenze e curiosità sul mondo dei vini con la guida online che apre le porte alle grandi eccellenze vitivinicole del nostro Paese.

La guida si presenta come un importante simbolo che si rivolge a tutte quelle persone che amano il vino e i cibi di qualità, che apprezzano il tempo trascorso a tavola e non possono fare a meno di assaggiare qualcosa di “buono”.

La guida è pratica, progettata per una navigazione lineare non solo da pc, ma soprattutto da smartphone. Effettuando una ricerca semplice, con specifiche per regione o gusti sui vini, sarà possibile trovare tutte le risposte necessarie consigliate da veri intenditori.

 

60 vini candidati al premio d’eccellenza WineHunter Award

Su oltre 4.000 vini degustati, solo la metà è entrata a far parte della guida e ben 60 bottiglie sono state candidate all’award “Platinum”, marchio più importante della selezione. Il titolo è attribuito a tutti quei vini che si sono distinti per eccellenza e unicità. Tra questi troviamo lo spumante Madame Martis del 2007 del Maso Martis, che si affianca al Pinot Bianco Sanct Valentin annata 2015, oltre al Quarz 2015 della Kellerei di Terlano e al Pinot Nero Krafuss 2004. La regione più forte è la Toscana che vanta la bellezza di 29 vini sui 60, capace di ottenere un punteggio che è superiore a 95 punti.

Gli altri riconoscimenti sono il Gold, che va ai vini con un punteggio da 90 a 94,99 e infine l’Award Rosso che è assegnato al raggiungimento di un punteggio da 88 a 89,99 punti. I vincitori “Platinum” saranno prontamente svelati durante il Merano WineFestival, che si terrà dal 10 al 14 novembre.

 

Cosa aspettarsi dall’edizione 2017 del Merano WineFestival

Non è un caso che sia stato proprio Köcher a winehunter awarddare il via a questa iniziativa, lui che è a tutti gli effetti considerato un “WineHunter”, ovvero un reale conoscitore e “cacciatore” di vini. Un mestiere che rappresenta anche la sua vera vocazione. I vini che predilige, sia a livello di etichette nazionali che internazionali, sono prodotti memorabili, capaci di esaltare i sensi di ottime materie prime, di una produzione che sia attenta e rigorosa, anche nel rispettare i produttori stessi.

E oltre alle eccellenze del vino vi è molto di più: le massime potenze gastronomiche da anni vengono apprezzate, scoperte e condivise! La nuova edizione del Merano WineFestival 2017 si prepara per essere intensa e particolarmente ricca.

Il primo giorno sarà dedicato ai vini biologici, naturali e biodinamici che saranno poi affiancati dagli “orange wine”. Sono state organizzate importanti classi di degustazione, guidate dalle vere eccellenze enologiche italiane e non solo. L’idea è quella di diffondere la conoscenza del vino per aprire la mente del pubblico e renderlo consapevole della cosiddetta “buona cultura del vino”.

Tra gli eventi più attesi non possiamo non citare il Cooking Farm che riunisce importanti chef internazionali pronti a lavorare e confrontarsi con le tradizionali contadine altoatesine, vere sostenitrici degli ingredienti e della cucina locale. A chiudere lo spettacolo sarà la “Catwalk Champagne”, con le migliori Maisons de Champagne pronte a sfilare su questa speciale passerella. Che la festa abbia inizio: l’appuntamento è per il 10 novembre.