Coldiretti Calabria, Cala la produzione del vino, ma la qualità no

Cambia il modo di produrre il vino in terra calabrese. A spiegare questo momento di cambiamento è stato il presidente di Coldiretti Calabria, il quale ha analizzato il nuovo andamento nel settore vini. In base alle stime fatte, infatti, è stata notata una diminuzione nella produzione del vino anche se questo rallentamento non va minimamente a colpire l’altissima qualità. Tale bilancio serve per spiegare quale sia stato l’andamento per l’annata vitivinicola in questo 2017.

produzione vino 2017 coldiretti calabria

Il caldo estivo ha segnato la produzione di vini in Calabria

 

Nella nota firmata da Coldiretti viene messa in risalto l’eccessivo calore che ha caratterizzato l’estate 2017. Le alte temperature registrate hanno lasciato il segno sulla vendemmia. In questo modo anche il settore vitivinicolo calabrese, che è considerato trainante, ha risentito in termini di produzione. Le varietà precoci di uve bianche, per esempio, prevedono quest’anno una vendemmia anticipata di ben 10 giorni rispetto alla media.

L’andamento climatico irregolare, con lunghi periodi senza pioggia e caratterizzati da giornate caldissime, con temperature che si sono spinte oltre i 40° C hanno determinato un calo della produzione. Nonostante ciò fino al mese di ottobre vi sarà modo di portare a termine la fase di vendemmia.

E in base alle attuali conduzioni e analisi fatte si pensa che possa essere lo stesso una buona annata a livello di qualità. Tale risultato è possibile grazie a quei vigneti che hanno subito, solo in modo lieve, le carenze idriche. Qui infatti gli agricoltori sono riusciti a portare avanti la cura delle viti con irrigazioni di totale “soccorso”.

 

La raccolta delle uve continuerà fino a ottobre

 

Dopo le rassicurazioni del caso è stato anche specificato che lo stato attuale dei vitigni calabresi è complessivamente buono. Il clima asciutto non ha favorito la gradazione zuccherina, ma ogni verità sarà confermata nei mesi di settembre e ottobre, quando si terrà la raccolta delle grandi uve rosse autoctone. Questa specialità ha un’ottima tenuta e riesce a resistere anche davanti a condizioni climatiche più ostiche.

 

Nonostante alcuni svantaggi già citati, l’estate calda che abbiamo vissuto ha anche lasciato segni vantaggiosi sulle uve. Tale discorso vale solo nelle zone in cui è stata prontamente controllata l’irrigazione. Questa fase imprevista, infatti, è stata effettuata nel momento più opportuno per salvaguardare le piante.

Il tutto però sarà riscontrato solo durante le prossime settimane, quando la vendemmia sarà terminata.  Coldiretti Calabria sembra essere molto fiduciosa!