A tavola con il vino Nobile

 

A Montepulciano torna l’appuntamento con ” A tavola con il Nobile” insieme a tanta storia, cultura e panorami incredibili!

 

Erano circa 15 anni fa quando il Signor Bruno Gambacorta, da tutti conosciuto come l’inviato speciale di TG2, e il Consorzio del vino Nobile di Montepulciano crearono ed idearono il concorso ” A tavola con il Nobile“.

Un idea incredibile volta a valorizzare sia la località di Montepulciano sia i suoi prodotti tipici toscani ma sopratutto volta a dare spazio e fama maggiore ad uno dei vini più antichi di Italia : il Vino Nobile.

I primi cenni storici sul Vino Nobile risalgono al 1350 quando vennero decretate le clausole e le modalità con le quali questo vino potesse essere esportato in tutta Italia e all’estero. Quindi la sua nascita possiamo di certo stabilirla molto prima di questo importante cambiamento storico, che ha fatto si che questo particolare vino non rimanesse relegato al territorio toscano ma arrivasse sulle tavole di tutti.

Il Vino Nobile viene prodotto da allora seguendo la tradizione e utilizzando sempre il vitigno San Giovese, uno dei più diffusi in Italia ma sopratutto in Toscana, chiamato anche Prugnolo Gentile.

La tradizione vuole che il vino venga prodotto dalla raccolta dell’uva dei vitigni San Giovese coltivati sulle colline di Montepulciano a non più di 600 metri e lasciato maturare per 24 mesi in differenti modalità. Qui si lascia libera scelta al produttore che ogni anno si troverà a dover scegliere quale metodo utilizzare per lasciar maturare il vino. I metodi consentiti sono tre e sono anche molto rigidi, li vediamo qui di seguito:

  • 24 mesi se sceglie di lasciarlo maturare in bottiglia di legno
  • 18 mesi in legno e i restanti in un altro contenitore costituito da altro materiale
  •  12 mesi in legno, 6 mesi in bottiglia ed i restanti in un altro contenitore.

Grazie alla grande cura e il grande amore che i suoi produttori mettono nella cura e nella produzione di questo vino, dal 1980 ha ottenuto La Denominazione di Origine Garantita e Controllata (DOGC).

Anche quest’anno torna A tavola con il Nobile per la sua 15° edizione.

Un incredibile concorso che vedrà , come negli anni passati, le 8 contrade di Montepulciano (Cagnano, Collazzi, Le Coste, Gracciano, Poggiolo, San Donato, Talosa e Voltaia) sfidarsi in una gara gastronomica accompagnata dal tradizionale vino toscano.

Come ogni anno questa manifestazione si svolgerà in coda con la fine dell’estate e prevede 2 appuntamenti : uno di sabato ed uno la domenica, tra feste, storia, cultura e musica si svolgeranno gli eventi principali.

Il sabato le 8 contrade si sfideranno nella realizzazione di primi piatti tipici toscani.

Nella domenica invece le stesse contrade si sfideranno nella realizzazione dei secondi piatti.

In entrambe le occasioni i cuochi daranno libero sfogo alla loro fantasia e creatività reinventando i tradizionali piatti tipici per creare piatti nuovi ed ad hoc per accompagnare il Vino Nobile.

Durante queste 2 serate ci saranno 30 giornalisti provenienti da tutta Italia che rappresenteranno la giura, dopo aver gustato piatto dopo piatto decreteranno i vincitori di quest’incredibile manifestazione volta a migliorare il turismo locale e a valorizzare i prodotti di Montepulciano.